Ravioli – storia & ricetta

Cosa sono i jiaozi

jiaozi (in cinese tradizionale 餃子, in cinese semplificato 饺子: jiǎozi, in giapponese, gyoza), sono un tipo di ravioli molto popolare in Cina e in Giappone. Non devono essere confusi con i wonton: i jiaozi hanno una pasta più spessa, schiacciata alle estremità, e sono consumati dopo l’immersione in salsa di soia o salsa piccante; i wonton sono più sottili e sferici, generalmente serviti in brodo.

Di solito, i ravioli sono cucinati al vapore o alla griglia, e sono ripieni di carne e/o verdure e/0 gamberi. 

Nella cucina cantonese, questi ravioli vengono chiamati dim sum, generalmente più piccoli di quelli cinesi tradizionali.

Perché si chiamano jiaozi? Il nome deriva dalla parola corno. In cinese, corno si dice jiǎo (角). Un po’ come i cornetti che si mangiano a colazione, chiamati così per la caratteristica forma che ricorda due piccole corna.

 ricetta-ravioli

Come fare i ravioli al vapore

Ingredienti:

  • 200 gr di farina
  •  100 ml di acqua
  •  1 pizzico di sale
  •  200 gr di carne macinata di maiale
  •  1 carota
  •  1/2 porro
  •  100 gr di verza
  •  2 cucchiai di salsa di soia
  •  zenzero
  1. Iniziate preparando la pasta per i ravioli. Disponete la farina a fontana in una ciotola e aggiungete un pizzico di sale poi aggiungete l’acqua
  2. Lavorate l’impasto fino ad ottenere un panetto sodo
  3. Ora preparate l’impasto: tritate finemente porro, verza e carota
  4. Mescolate con la carne macinata, lo zenzero tritato e la salsa di soia
  5. Stendete la pasta e ricavate dei cerchi con una formina tonda, come un tagliabiscotti
  6. Spianate ancora il cerchio e aggiungete un cucchiaio di impasto
  7. Chiudete il raviolo a mezzaluna e sigillate da un’estremità all’altra effettuando delle piccole pieghe con le dita
  8. Cucinate al vapore per circa 15 minuti.